sabato 19 luglio 2014

Aymeric Zublena - Ospedale di Bergamo


Aymeric Zublena - Ospedale di Bergamo
Lavoro firmato da Aymeric Zublena con gli architetti Alessandro Martini, Edoardo Monaco e Pippo Traversi. 
L’area scelta per il nuovo ospedale è situata ai piedi della propaggine più meridionale dei Colli di Bergamo, segnata dalla villa settecentesca detta “La Benaglia”; è delimitata a nord dalla linea ferroviaria Bergamo-Carnate-Lecco, a sud dall’asse interurbano, ad est e ad ovest da due importanti raccordi fra l’asse interurbano stesso e la maglia viaria principale della città. Queste infrastrutture compongono un quadrante piuttosto marcato in termini strutturali e percettivi, che si sovrappone ad un ambiente ancora sostanzialmente intatto. 
Nell’edificio è stata introdotta una maglia per le degenze e gli ambulatori basata su moduli spaziali strutturali di m. 7,20 x 7,20 idonei a contenere sia grandi ambienti che, nei sottomultipli m. 3,60 x 3,60 e m. 3,60 x 7,20, ambienti medi e più frazionati (degenze, studi, sale visita, etc.). Mentre per la Piastra Sanitaria (servizi di diagnosi e cura), e per i Servizi Generali e Amministrativi è stata adottata una maglia di m. 6,60 x 6,60 che, risulta più calibrata per contenere i locali.
In termini strutturali, queste maglie si traducono in un sistema molto semplice, costituito da pilastri circolari con camicia d’acciaio e travi
reticolari autoportanti a struttura mista acciaio-calcestruzzo, prodotti da Tecnostrutture s.r.l. di Noventa di Piave (VE), con solai composti da lastre prefabbricate di tipo “predalles”.

Nessun commento:

Posta un commento